Disturbi intestinali

Consigli per ridurre i disturbi intestinali:

  • Consumare il pasto lentamente masticando opportunamente gli alimenti: occorrono 30′ per un pasto standard
  • Mangiare in ambiente tranquillo
  • Bere 1,5-2 litri di acqua al giorno
  • Evitare zuccheri e dolci di pasticceria soprattutto a fine pasto
  • Il consumo di frutta e verdura deve essere personalizzato: se mangiare troppa verdura provoca fastidio (aumento di gonfiore, stipsi, diarrea) ridurne le quantità
  • Evitare la frutta a fine pasto perchè viene digerita lentamente e fermentando produce gas
  • Non bere alcolici
  • Moderare l’ assunzione di agrumi, cibi piccanti, spezie e caffè
  • Non esagerare nel consumo di prodotti derivanti da grano come pasta e pane preferire altri cereali come il riso, mais, quinoa, amaranto.
  • I legumi consumarli passati o frullati
  • Ridurre il consumo di asparagi, cipolla, crauti, aglio, carciofi, barbabietole, porri, broccoli, cavolini di Bruxelles, cavolo, cavolfiore, fagiolini, funghi, piselli, zucche, porri, radicchio, scalogno, topinambur, verza, taccole.

Preferire: Barbabietola, broccoli, carota,  cetriolo, cipollotto, costa, crescione, erba cipollina, indivia, lattuga, mais dolce, melanzane, olive, patata, peperone rosso/verde, piselli verdi, pomodori, rapa, rapanelli, salsa di pomodoro (3 cucchiai da tavola), sedano, spinaci cotti, zenzero, zucchina gialla, zucchine.verdi.

Cereali tra cui scegliere: amaranto, avena, grano saraceno, miglio, quinoa, riso, mais cibi senza glutine

Erbe aromatiche: basilico, origano, prezzemolo, rosmarino, rimo, germogli di bambu

Frutta: ananas 1 fetta, arancia media, banana matura media, clementine 2 medie, fragole 1 mano, kiwi 2, lamponi e mirtilli 1 mano,mandarino 2 medi, melone bianco e giallo 1 fetta,

  • Chiudere il pasto con una tisana di finocchio, cumino, anice
  • Effettuare 30′ di camminata a passo sostenuto ogni giorno