Archivi del giorno: 18 giugno 2019

Spesa di maggio

In ogni stagione fa l’ingresso verdura e frutta proprie di quel periodo, ciò non è casuale: la natura ci offre ciò di cui il nostro organismo ha bisogno in ogni momento dell’anno, ecco il motivo principale per cui è importante rispettare la stagionalità. La verdura e la frutta, inoltre, mangiata nel suo periodo di maturazione ha odore, sapore e profumi unici, per non parlare del suo valore nutrizionale.

Il mese di maggio è un periodo speciale in quanto arrivano sulla nostra tavola una serie di primizie fra verdure e frutta che amiamo particolarmente.

Tra i vegetali fanno ingresso le fave e i piselli che, come gli altri legumi, hanno un buon contenuto di carboidrati complessi e di proteine vegetali, la presenza anche di acqua (maggiore rispetto ai legumi) e le fibre solubili e insolubili in essi presente favoriscono la diuresi e la motilità intestinale.

I piselli sono fra i legumi più amati anche dai bambini, per cui è bene farne scorta e conservarli congelati così da consumarli durante tutto l’anno.

In questo mese nel carrello mettiamo anche i fagiolini che rientrano sempre nella categoria dei legumi: di essi mangiamo non solo i semi immaturi ma lo stesso baccello intero. La composizione bromatologica dei fagiolini li rende più simili agli ortaggi per cui vengono consumati soprattutto come contorni per accompagnare i primi piatti o i secondi.

Gli asparagi, i ravanelli e le bietole sono tra le verdure primizie di questo mese, le bietole sono quelle più ricche in nutrienti, con un buon contenuto di vitamina A, inoltre mostra un’azione di protezione del fegato e di metabolizzazione dei grassi proprio a livello epatico, quindi ottime per chi deve perdere peso, soprattutto in presenza di steatosi epatica (il cosiddetto fegato grasso) non alcolica.

Come frutta fresca, a maggio, fanno il loro ingresso trionfale le fragole e le ciliegie: ricche di carotenoidi con ruolo nella protezione dei tumori, delle patologie cardiovascolari e neurodegenerative, della cataratta e dell’invecchiamento cutaneo.

Le fragole sono particolarmente ricche di vitamina C, micronutriente importante, tra l’altro, per stimolare le difese immunitarie e incrementare l’assorbimento del ferro contenuto nei vegetali.

E’ bene ribadire che i vegetali, ortaggi e verdure in particolare, devono avere un posto di rilievo nella nostra alimentazione (tranne i casi in cui le fibre vanno tenute sotto controllo per motivi particolari) indipendentemente dal valore nutritivo. La ricchezza di acqua e di fibre, in essi presente, consente una buona regolarità intestinale, inoltre permettono di saziarci senza esagerare con altri alimenti e modulano l’assorbimento dei nutrienti, come, ad esempio, quello dei carboidrati semplici, consentendo di limitare i picchi glicemici negativi non solo per chi soffre di diabete.

Lo stesso discorso, però, non vale per la frutta fresca in quanto è ricca di fruttosio, il cui consumo, come tutti gli zuccheri semplici, è bene tenerlo sotto controllo.

Coloriamo e arricchiamo la nostra tavola e i nostri piatti con ciò che offre la natura in questo mese: il nostro corpo e la nostra psiche ringrazieranno.