La nutrizione su Radio Base

Stamani su Radio Base è cominciata una nuova rubrica sulla corretta alimentazione, grazie al giornalista Antonio Ioele e all’editore Errico Marrazzo, ho avuto il piacere e l’onore di essere, l’ospite per parlarvi di corretta alimentazione.  

Il cuore della saluteNella prima puntata ho voluto porre l’attenzione sul termine “dieta” perchè si commette, comunemente, l’errore di associarlo ad un periodo, limitato nel tempo, di sacrificio e di rinuncia, in cui ci atteniamo a delle regole ristrettive e a prescrizioni dietetiche ben precise con l’unico obiettivo di perdere peso, dopo di che, si pensa di riprendere lo stile di vita precedente.

Analizzando il termine “dieta”, però, evidenziamo che esso deriva dal greco “daita” ed il suo significato non è “periodo di digiuno temporale” ma, piuttosto, “modo di vivere”. Ciò vuol dire che è un percorso con un punto d’inizio, dovuto a vari motivi (volontà di perdere peso, problema di salute o per cambiare le cattive abitudini alimentari), senza, però, una fine: deve, quindi, diventare uno stile di vita. Attenzione, con ciò non voglio dire che bisogna sacrificarsi tutta la vita, eliminando dall’alimentazione i cosiddetti cibi “proibiti” ma piuttosto “adottare un corretto stile di vita cioè imparare a mangiare sano ed equilibrato e impegnarsi ad essere fisicamente attivi”.

La colazione, è sicuramente un punto di inizio fondamentale, costituisce, come più volte abbiamo detto, il pasto principale della giornata ma è anche quello più bistrattato perchè la mattina il tempo è poco per sedersi e mangiare con calma o perché, magari, non abbiamo abbastanza fame, in realtà sono scuse infondate: non fare colazione è una cattiva abitudine che va assolutamente modificata.

Non ci sono regole assolute per una buona colazione, essa deve essere equilibrata nei nutrienti e sufficientemente energetica dato che dobbiamo affrontare le fatiche di una giornata. Latte, yogurt, frutta insieme a biscotti secchi, fette biscottate o cereali, ci può stare anche un dolce, meglio se casalingo, come una fetta di crostata o di pan di spagna. Nulla vieta che la colazione sia salata, importante che ci sia equilibrio tra i nutrienti, che sia energetica ma senza appesantirci troppo.

Gli altri pasti della giornata sono, comunque, importanti sicuramente bisognerebbe dare più importanza al pranzo anziché alla cena, invece, va a costituire, spesso, il pasto principale: durante la giornata ci si accontenta di un panino e poi la sera, a casa, ci rilassiamo e si mangia oltre il necessario senza avere il tempo necessario per “smaltire” l’eccesso. Sarebbe bene, quindi, ripristinare il pranzo come pasto più calorico e cercare di ridurre il più possibile la cena.

Tra i tre pasti principali è buona norma concedersi degli spuntini, di frutta fresca di stagione, con lo scopo fondamentale di evitare che, al pasto successivo, arriviamo affamati mangiando esageratamente. 

Questo è stata la chiacchierata della prima puntata ad essa seguiranno altre in cui mi riprometto di approfondire gli argomenti che suscitano maggior interesse in chi segue Radio Base.

One thought on “La nutrizione su Radio Base

Comments are closed.