Cosa mangiare quando fa caldo?

Con il caldo la voglia di cucinare è scarsa, abbiamo bisogno di piatti freschi e veloci: spesso ci si accontenta di una granita o un ghiacciolo, ma non sempre è una buona idea. Abbiamo soprattutto voglia di bere ma le scelte non sono sempre giuste: bibite gassate e zuccherate oppure aperitivi alcolici che mentre le beviamo ci danno la sensazione di rinfrescarci ma che poi ci fanno avvertire di più il caldo.

D’altra parte c’è da dire che l’alimentazione estiva è più disordinata: passiamo la giornata fuori casa e spesso ci accontentiamo di un gelato o di un tramezzino e continua a cena con pizzette, panini o snack vari. Se ciò diventa una costante, il nostro corpo ne risente non solo appesantendosi ma facendoci avvertire maggiore stanchezza e scarsità di energia.

Qual è il modo migliore di mangiare in estate?

Pasti freschi, leggeri ed equilibrati. Piatti da preparare velocemente: in estate abbiamo poca voglia di stare ai fornelli ed è necessario evitare di riscaldare gli ambienti con cotture prolungate.

In questo periodo la natura ci aiuta offrendoci una grande varietà di verdure e frutta che possiamo inserire nei nostri piatti per renderli colorati, buoni e sani.

Non c’è nulla di meglio che preparare delle ricche insalatone complete da un punto di vista nutrizionale:

  • i cereali, prediligendo quelli in chicco e integrali, più ricchi di micronutrienti, ci offrono soprattutto la quota di carboidrati,
  • a essi abbiniamo una verdura con il suo carico di vitamine, sali minerali e fibre. Ogni giorno possiamo scegliere una verdura diversa così colorare il piatto: zucchine e pomodorini, fagiolini e peperoni rossi, melenzane e cetrioli
  • per completare il piatto aggiungiamo l’alimento “proteico”: legumi, tonno, pesce fresco (calamari, polpo), formaggio, uovo, affettati magri, tofu.

Ogni giorno un alimento nuovo o abbinamenti diversi così che il piatto non sia mai monotono e sempre equilibrato.  Piatti veloci e freschi, da poter portare anche sotto l’ombrellone e che sostituiscono in maniera egregia il panino che sarebbe monotono, asciutto e meno digeribile .

La frutta fresca con la sua dolcezza e freschezza è sicuramente da preferire al gelato o alla granita, ricordiamoci però che essa è comunque ricca in fruttosio, uno zucchero semplice: è bene non abusare, due porzioni al giorno sono la quantità giusta da consumare equivalenti a circa 400-500gr.

Fondamentale idratarsi nel modo corretto, in estate il corpo ha bisogno di più liquidi perché ne perde di più attraverso la sudorazione. La frutta e la verdura contribuiscono alla nostra idratazione, il grosso, comunque, deriva dall’acqua o da infusi di frutta e/o verdura senza zucchero: ottima la limonata casalinga, infusi di anguria, cetrioli o menta.

Che cosa è necessario evitare con il caldo?

E’ importante evitare pasti ricchi, troppo elaborati, pasticciati con creme e salse che lo rendono più pesante e rallentano la digestione che già è provata dal caldo. Per questo motivo è bene evitare cibi fritti e l’eccesso di grassi.

Anche in estate, come durante tutto l’anno, dobbiamo dedicarci con costanza al movimento o almeno avere come obiettivo quello di non essere sedentari: se siamo al mare non c’è nulla di meglio che fare una nuotata o semplicemente camminare con le gambe nell’acqua.